Il Barone von Strucker nella scena pre-Credits rivelata di Avengers Age of...

Il Barone von Strucker nella scena pre-Credits rivelata di Avengers Age of Ultron [Spoiler]

0 778

Era già stato annunciato l’anno scorso, ma sull’ultimo numero di Empire c’è la conferma che il vero inizio di Avengers: Age of Ultron vedrà tutta la squadra insieme che pagherà lo scotto di una visita a sorpresa del cattivo dell’Hydra, il Barone von Strucker (interpretato da Thomas Kretschmann), che si nasconde in Europa dell’Est e che tiene in mano lo scettro di Loki. In merito alla sequenza, Joss Whedon la descrive come “una fiammata pre-credits in stile Bond“. Il giornale inglese ne descrive anche le conseguenze, quando il team sta volando sul quinjet di Tony Stark, che pare essere molto più spazioso dei modelli dello S.H.I.E.L.D., sulla rotta della Torre degli Avengers a New York. Puoi leggere l’intera descrizione sotto, ma tieni conto che riporta dialoghi e potenziali spoiler (Attenzione!).

Mentre la nave Stark sta volando, [Robert] Downey Jr. si siede al posto del pilota. [Jeremy] Renner si sdraia su un tavolo nel mezzo del jet e si afferra lo stomaco con una flebo attaccata al braccio. È chiaro che, sebbene abbia abbattuto von Strucker, lo scontro ha lasciato nell’arciere un considerevole stress. Quando il dialogo parte, diventa chiaro che [Mark Ruffalo’s] Bruce Banner si è trasformato in Hulk durante l’assalto alla fortezza di Strucker, ed è profondamente scosso da ciò. [Scarlett Johansson’s] Natasha cerca di rassicurarlo: «Se tu non fossi stato lì, i feriti sarebbero stati il doppio». Banner fa una smorfia e le risponde:«Sai, delle volte quello che voglio sentire non è esattamente quello che voglio sentire». Cercando appoggio, Natasha si gira verso [Chris Hemsworth’s] il dio norreno.
«
Thor, rapporti su Hulk?» chiede. Hemsworth immediatamente si accende e si prodiga in un eccezionale tributo a tutta la violenza liberata da Hulk, riempita da parole come”urla” e “vittime” e “singhiozzi”. Vedendo che l’effetto prodotto su Banner è esattamente l’opposto di quello voluto, il Dio del Tuono si trasforma in Dio del Sottotono, balbettando e incespicando, scavando un buco sempre più profondo dove nascondersi.