Il 2015? L’anno delle “sorprese” nei cieli

Il 2015? L’anno delle “sorprese” nei cieli

0 475

Sembra proprio che anche nel 2015 gli appassionati di astronomia troveranno pane per i loro denti, con tre comete, una superluna, sciami di stelle cadenti, un’eclissi solare e ben due di Luna.

Gennaio e febbraio
Ad aprire le danze sarà la cometa Lovejoy, visibile nei cieli italiani sin da Natale, che il 7 gennaio raggiungerà la distanza minima dalla Terra passando a soli 70 milioni di chilometri dal nostro Pianeta, per crescere poi in visibilità nelle settimane seguenti, fino a metà mese, quando sarà alta sull’orizzonte. Sempre a gennaio arriverà anche il primo sciame meteorico dell’anno, quello delle Quadrantidi, che sarà al suo picco intorno al 4 del mese.

L’ultimo evento di gennaio sarà quindi la tripla eclissi delle lune di Giove, Io, Callisto ed Europa, prevista per il 24, ma estremamente difficile da vedere dall’Italia se non con condizioni meteo ottimali ed un orizzonte completamente libero. Se non fosse possibile osservarla non c’è comunque da disperare, perché Giove si farà perdonare poche settimane dopo, presentandosi il 6 febbraio in opposizione al Sole, e quindi al massimo della sua visibilità.

Marzo e aprile
L’evento astronomico più atteso dell’anno è previsto invece per il20 marzo, quando sarà possibile assistere ad un eclissi di sole. L’eclissi sarà totale solamente se osservata dall’Artico, ma dall’Italia il Sole sarà comunque coperto al 60%.

Il 4 aprile sarà invece la Luna ad essere protagonista di un’eclissi totale, che purtroppo non sarà però visibile dall’Italia.

Maggio e giugno
Nel 2015 altri due pianeti si mostreranno quindi al massimo della loro visibilità: Saturno, che sarà in opposizione al Sole il 23 maggio, e Venere, che splenderà al massimo della sua luminosità il 5 giugno. Sempre a maggio potrebbe arrivare la seconda cometa dell’anno, C / 2014 PanStarrs Q1, probabilmente abbastanza luminosa da essere osservata al occhio nudo.

Luglio e agosto
Il primo luglio i due pianeti più luminosi del cielo, Venere e Giove, saranno in congiunzione, e brilleranno vicinissimi. Il 12 e 13 agosto sarà quindi la volta delle Perseidi, le “lacrime di San Lorenzo”, il cui picco di attività non dovrebbe essere disturbato dalla luce della Luna, e dovrebbe quindi risultare visibilissimo.

Settembre
La Luna tornerà quindi a nascondersi il 28 settembre, con un’eclissi totale che sarà questa volta perfettamente visibile anche dal nostro Paese, e coinciderà tra l’altro con la superluna.

Novembre e dicembre
Verso la fine di novembre arriverà quindi l’ultima cometa dell’anno, C/2013 US10 Catalina, che potrebbe diventare visibile anche ad occhio nudo e accompagnarci per tutto il periodo natalizio.

A chiudere in bellezza il 2015 ci penseranno infine due sciami meteorici: le Alfa Monocerotidi, che dovrebbero raggiungere il picco di visibilità a novembre, e le Gemidi, previste per il mese di dicembre.

fonte: Wired