Controllare tutto con un dito? Si può, grazie a Ring!

Controllare tutto con un dito? Si può, grazie a Ring!

0 520

Potremmo sembrare tutti dei piccoli maghi ma anche un pò strambi. Ci saranno persone che ci vedranno agitare il dito per aria ed esclameranno: “Guarda quel deficiente!”.
Ciò che però ignoreranno è che il nostro dito presto diventerà un vero e proprio telecomando. Controllare il volume della musica, scattare una foto, perfino cambiare canale al tv: con Ring si potrà fare agitando il dito in aria.

Senza scomodare Minority Report, Ring è un anello per comandare decine di giochi, applicazioni e accessori smanacciando in aria. Si indossa sull’indice e si attiva premendo con il pollice l’unico tastino che si trova lungo la sua superficie e poi si disegna in aria uno dei gesti che hai associato alle azioni.

Con l’app dedicata (iOS e Android) si possono personalizzare fino a 23 gesti, da usare poi con diverse applicazioni: da Evernote a Uber, da Twitter a Yo. Si può disegnare una spirale per fare una foto o una stella per par partire la musica. Unica pecca, funziona solo con la sua applicazione aperta sullo schermo, altrimenti il gesto non viene registrato.

Finanziato su Kickstarter con 880mila dollari (Logbar ne chiedeva 250mila), Ring è già disponibile in alluminio in quatrro diverse taglie (da S a XL) a 269,99 dollari, mentre a marzo arriverà una versione in plastica nera – a 130 dollari. E per gli aggeggi che non sono connessi, come il tv o il condizionatore, serve un accessorio in più: il Ring Hub, che trasforma i gesti in infrarossi. Ring Hub arriverà a marzo a un prezzo di circa 60 dollari.